COMUNICATO STAMPA

0
45

Un busto di marmo bianco di Carrara che raffigura Michelangelo Buonarroti opera dello scultore Dino De Ranieri di Pietrasanta è stata donata dalla Fondazione Romualdo Del Bianco-Life Beyond Tourism, alla Biblioteca Nazionale della Repubblica di Moldova, con la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia a Chisinau, Ambasciatrice Valeria Biagiotti, su impulso di Roberta Alberotanza, già Presidente del Comitato Cultura del Consiglio d’Europa.

La cerimonia di svelamento del busto si terrà il prossimo 19 ottobre 2020, in corrispondenza dell’apertura della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, rassegna di eventi promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Per la nota situazione, lo svelamento del busto avverrà con un collegamento tra Firenze e Chisinau, durante il quale la Fondazione, tramite il Presidente Paolo Del Bianco, rinnoverà il proprio impegno a promuovere l’arte e la cultura italiana quali potenti veicoli per relazioni di amicizia e di collaborazione culturale; relazioni che si basano sulla conoscenza e la consapevolezza delle diversità culturali dei territori, e l’incontro, attraverso il viaggio, tra le diverse comunità locali.

Queste finalità vengono perseguite dalla Fondazione mediante il proprio Movimento “Life Beyond Tourism-Travel to Dialogue”.

La Camera di Commercio Italo Moldava, attraverso il Point di Ravenna e della Romagna, ha collaborato attivamente alla prestigiosa iniziativa mettendo a disposizione le proprie competenze per agevolare le relazioni bilaterali tra le Istituzioni italiane e moldave coinvolte nell’operazione.  Inoltre la logistica, particolarmente sofisticata, è stata curata da Giovanni Bella, responsabile del Point e titolare della società Bella Giovanni Shipping & Trading Srl di Ravenna, che collabora da anni con la Fondazione per la consegna delle opere in tutto il mondo.

Il Point della Camera Di Commercio,  inoltre si sta adoperando affinchè nel 2021, in occasione del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, un’iniziativa simile a favore di una Istituzione culturale moldava, venga realizzata da un’Istituzione ravennate, magari in concomitanza con la programmata missione commerciale del Porto di Ravenna al Porto moldavo di Giurgiulesti.