Il 21 ottobre 2015 presso l’hotel Codru a Chisinau si è tenuto il III Forum Economico per le Imprese italiane e miste operanti in Moldova organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Chisinau in collaborazione con le Camere di Commercio Italo-Moldava e Moldo-Italiana e con ICE Bucarest, alla presenza del Vice Primo Ministro e Ministro dell’Economia Stéphane Bridé. Al Forum hanno partecipato i rappresentanti di più di 100 imprese italiane attive in Moldova e potenziali investitori, ma anche i rappresentanti del Governo della Repubblica di Moldova e delle principali istituzioni moldave responsabili per l’internazionalizzazione dell’economia – MIEPO, Camera di Commercio e Industria della Repubblica di Moldova, nonché di quelle finanziarie, fiscali, doganali e dell’immigrazione.

Come per le passate edizioni, il forum si è proposto di definire, sulla base del dialogo fra gli operatori economici e i rappresentanti delle istituzioni moldave, un programma di interventi costruttivi, nel comune accordo e per un reciproco vantaggio.

Nel suo discorso di benvenuto, S.E. Enrico Nunziata, Ambasciatore d’Italia a Chisinau, ha sottolineato che è molto importante che le relazioni economiche italo-moldave continuino ad approfondire e ad attrarre un maggior numero di investitori italiani in Moldova. Il forum costituisce un’utile opportunità per mantenere un costante rapporto e confronto diretto, sui principali temi d’interesse per le nostre aziende, con le autorità moldave responsabili del clima degli investimenti, per ricevere aggiornamenti sulle principali novità normative e per individuare possibili soluzioni a problematiche comuni, ha sottolineato il diplomatico italiano.

Facendo riferimento alla cooperazione economica moldo-italiana il Vice Primo Ministro e Ministro dell’Economia Stéphane Bridé ha affermato che il rapporto durevole  tra la Moldavia e l’Italia si basa sull’amicizia tra i due Paesi e la proficua collaborazione economica. Il Ministro dell’Economia ha parlato anche delle azioni intraprese e da intraprendere ancora dal Governo Moldavo al fine di creare un clima favorevole agli investimenti per attirare più progetti strategici per lo sviluppo economico del Paese.

Nel suo intervento il Presidente della Camera di Commercio Italo-Moldva, lng. Sergio Capatti, ha reiterato l’interesse degli imprenditori italiani di investire in Moldova, invitando i propri concittadini a scoprire questo Paese e ad aiutare la sua economia a crescere, per offrire ai moldavi la possibilità di lavorare a casa.

Parte dell’incontro si è incentrata sull’andamento dell’economia moldava, crisi del sistema finanziario e prospettive di crescita del Paese, aspetto presentato da accreditati analisti economici moldavi oltre a rappresentanti di alcune delle principali banche, invitati al forum. Un altro aspetto discusso si riferiva a tutte quelle problematiche che le aziende italiane incontrano nello svolgimento delle loro attività imprenditoriali in Moldova, con particolare riferimento a quelle doganali, fiscali, dei permessi di lavoro, ma anche delle opportunità e dei benefici che possano derivare dalle agevolazioni per gli investimenti stranieri. I rappresentanti del Servizio Doganale, dell’Ispettorato Fiscale e del Dipartimento Migrazione e Asilo hanno informato i presenti sulle modifiche operate nei rispettivi sistemi.

Leave a Comment