Nel mese di settembre 2004 venne sottoscritto a Chisinau tra Unioncamere (Associazione Nazionale delle Camere di Commercio Italiane) rappresentata dall’Avv. Pietro Baccarini e la Camera di Commercio della Repubblica di Moldova rappresentata dal Presidente Gheorghe Cucu, un Protocollo di Intesa che prevedeva fra le altre cose la creazione di una Camera mista Italo-Moldava.

A seguito di tale accordo nel marzo 2005 venne costituita a Faenza, da un gruppo di imprenditori italiani, da tempo operanti nella Repubblica Moldova, l’A.C.I.M. – Associazione per il Commercio Italo-Moldavo e nell’occasione furono nominati Presidente l’ing. Giovanni Bentini e Segretario il dott. Vittorio Ghinassi.

Nell’aprile 2008 l’ACIM ha ottenuto il riconoscimento ufficiale da parte del Governo Italiano come Camera di Commercio Italo-Moldava, riconoscimento che ha suggellato l’impegno profuso per la promozione e lo sviluppo dei rapporti di collaborazione tra i due Paesi.
Nel luglio 2010 la Camera di Commercio Italo-Moldava, ACIM ha ottenuto la Registrazione ufficiale in Moldova della propria Sede di Rappresentanza, di cui è responsabile la dott.ssa Eleonora Pripa.
Attualmente il Presidente della Camera di Commercio Italo-Moldava è nominato l’ing. Sergio Capatti e il Segretario Generale la dott.ssa Eleonora Pripa.

Gli scopi principali della Camera di Commercio Italo-Moldava sono:

➢ promuovere ed intensificare le relazioni commerciali, finanziarie, culturali ed i rapporti di collaborazione economico-tecnica tra imprese italiane ed imprese moldave nei settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato, dell’agricoltura, delle attività ausiliarie e del terziario;

➢ raccogliere, elaborare e diffondere notizie e dati aggiornati sulla situazione economica e sociale sia in Italia che in Moldova;

➢ acquisire, analizzare e diffondere tra gli associati informazioni di carattere normativo, giuridico e regolamentare interessanti gli scambi, gli investimenti e le altre relazioni indicate sopra, con particolare riguardo alla disciplina doganale, valutaria e fiscale vigente in Italia e in Moldova;

➢ organizzare convegni, seminari ed incontri tra operatori italiani e moldavi; promuovere e organizzare corsi di formazione, riqualificazione e aggiornamento professionale per lavoratori, quadri dirigenti e imprenditori moldavi e italiani;

➢ svolgere attività di promozione, assistenza, tutela a favore degli associati ed ogni altra iniziativa utile al perseguimento degli scopi sociali.

In oltre otto anni di attività la Camera di Commercio Italo-Moldava ha accompagnato circa un centinaio di aziende in Moldova, molte delle quali hanno poi avviato una propria attività nel Paese, ha partecipato a numerose Fiere con stand collettivi ed individuali, organizzato missioni, partecipato a numerosi progetti sia come leader che come partner tra i quali ricordiamo:

• nel campo agricolo: il Progetto MoldagroFood

• in quello delle energie rinnovabili: il Progetto SEA Sistems for Energy Authonomy in collaborazione con AREA Copparo

• in quello dei diritti delle donne, il Progetto Donne in Moldova

• nel settore dei servizi di consulenza alle imprese il Progetto IMAC in collaborazione con ACCOA ed il Progetto “Rete dei Consulenti” con il sostegno di Unioncamere Nazionale, ecc.

 PROGETTI ED INIZIATIVE REALIZZATI

1) Progetto Bacco nei Balcani -2008:

L’obiettivo del Progetto, realizzato in partnership con l’Associazione “Cosmopolite”, è stata la promozione a fini commerciali delle migliori imprese emiliano-romagnole che producono materiali e tecnologie per il settore vitivinicolo in particolar modo attraverso fiere del settore in Moldova e Romania.
Dopo la fortunata partecipazione all’EXPOVIN di Chisinau (20-23 febbraio 2008), le aziende che coprono tutta la filiera del vino dal “campo” alla “cantina”, hanno partecipato alla fiera MOLDAGROTECH (22-26 ottobre 2008).
Al termine del Progetto è stata realizzata l’iniziativa “Bacco in Campo”, durante la quale alcuni importatori ed operatori del settore moldavi hanno partecipato a due giornate didattiche in Italia. Durante questo meeting si sono alternate conferenze, lezioni dirette, ma soprattutto dimostrazioni sul campo delle tecnologie produttive per il loro migliore utilizzo.

2) Delegazione moldava alla Fiera Avicola di Forlì, edizione 2009:

Dal 2 al 4 aprile 2009 si è svolta presso il Centro Fieristico di Forlì, la biennale Fiera Avicola, Salone Internazionale Avicolo e Cunicolo, una delle manifestazioni di settore di maggior importanza a livello europeo. In questa occasione Camera di Commercio Italo- Moldava ha organizzato una delegazione particolarmente qualificata proveniente dalla Repubblica di Moldova.

3) La firma dell’Accordo di Cooperazione tra Camera di Commercio Italo-Moldava ACIM e la Camera di Commercio e Industria della Repubblica di Moldova:

L’11 settembre 2009 è stato firmato un Accordo di Cooperazione tra Camera di Commercio Italo-Moldava e la Camera di Commercio e Industria della Repubblica di Moldova.
L’Accordo prevede che entrambe le Parti faranno una particolare attenzione alla creazione delle condizioni necessarie allo sviluppo della cooperazione, incoraggeranno e faciliteranno le azioni per la promozione e lo sviluppo degli scambi commerciali e della cooperazione economica tra aziende, per stimolare la costituzione di società miste, in osservanza degli accordi e memorandum già esistenti tra i due Paesi.

4) Fiera MACFRUT, Edizioni 2009 – 2010:

Tutti gli anni all’inizio de mese di ottobre a Cesena si svolge il MACFRUT, l’importante mostra internazionale dedicata al mondo dell’ortofrutta, della sua commercializzazione e delle tecnologie ad esso correlate.
L’area espositiva copriva uno spazio di circa 30.000 mq; 700 espositori, 22.000 visitatori professionali, 70% italiani, 30% stranieri; sono stati organizzati una ventina di convegni e seminari.
Alle edizioni del 2009 e del 2010 è stato organizzato, in collaborazione con Camera di Commercio Italo-Moldava, uno stand della delegazione moldava composta dai funzionari del Ministero dell’Agricoltura e dell’Industria Alimentare della Repubblica di Moldova e di alcuni imprenditori moldavi del settore ortofrutticolo.

5) Una Conferenza Internazionale per l’Innovazione Tecnologica:

L’Agenzia per l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico (AITT) in collaborazione con l’Accademia delle Scienze (ASM), la Commissione Europea (TAIEX) e Camera di Commercio Italo-Moldava, ha organizzato il 9 ottobre 2009 una Conferenza Internazionale con il generico “Settimo Programma Quadro (2007-2013) – opportunità per le Piccole e Medie Imprese (PMI)” alla quale erano presenti diversi specialisti nazionali ed internazionali. Camera ha organizzato la partecipazione alla conferenza dell’esperto italiano Dr. Gian Nicola Babini che ha illustrato, nell’ambito della Conferenza, le esperienze italiane e in particolare il progetto del “Parco della Arti e delle Scienze Evangelista Torricelli” di Faenza. A seguito di questa iniziativa è stato siglato un accordo di collaborazione tra l’AITT e Camera di Commercio Italo-Moldava.

6) La firma dell’Accordo di Cooperazione tra l’Università Tecnica di Moldova e Camera di Commercio Italo-Moldava:

Il 28 ottobre 2009 presso l’Università Tecnica di Moldova è stato firmato un Accordo di Cooperazione tra l’Università, il cui Rettore è il Prof. Univ. Dr. Ion Bostan, accademico dell’ ASM, e Camera di Commercio Italo-Moldava, Presidente Giovanni Bentini.
L’iniziativa mirata all’apertura di un Centro di Formazione Tecnologica per la lavorazione del legno è proposta da Camera di Commercio Italo-Moldava in collaborazione con SCM Group S.p.A., la quale ha portato di conseguenza alla nascita del Progetto “Wood Technology Training Centre in Moldova”.

7) DONNE IN MOLDOVA – un’originale iniziativa della Camera di Commercio Italo-Moldava sulla cooperazione transnazionale:

Numerose personalità di spicco hanno partecipato al Forum, svoltosi in Italia 20-21 novembre 2009, che ha trattato e analizzato il ruolo e la condizione della Donna in Moldova. Sono intervenuti Giovanni Bentini, Presidente dell’ACIM, Paolo Lucchi, sindaco di Cesena, Massimo Bulbi, Presidente della Provincia di Forlì, Tiziano Alessandrini, Presidente della Camera di Commercio, Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Gheorghe Rusnac, Ambasciatore di Moldova in Italia, Valentina Buliga, Ministro del Lavoro e della Protezione Sociale di Moldova e il Ministro italiano delle pari Opportunità, Mara Carfagna.

8) MOLDAGROFOOD

Sistemi per l’organizzazione della Filiera Agro-Alimentare Moldava:
Camera di Commercio Italo-Moldava ACIM ha concluso nel 2009 un progetto legato alla filiera agro-alimentare moldava.
Il Progetto MOLDAGROFOOD nasce dalla volontà comune della Camera di Commercio, del Ministero per l’Agricoltura e l’Industria Alimentare moldavo e di Studio COM (Studio specializzato nella realizzazione di filiere agro-alimentari) di dare vita ad un’iniziativa che cercasse di colmare, per quanto possibile, le lacune di un mercato e di un settore dalle potenzialità enormi ma non adeguatamente sviluppate quale è quello dell’orto-frutta moldavo.

L’idea cardine è quella di esportare in Moldova il know-how, le buone prassi ed il modello organizzativo così come si sono sviluppati e radicati nel tempo in Italia, tramite una serie di iniziative di carattere promozionale, formativo ed informativo e di incontri a livello istituzionale e B2B. Parallelamente a tutte le attività svolte, ha visto la luce un Handbook contenente le linee giuda utili per lo start-up di un Centro Servizi Marketing che abbia lo scopo di sostenere lo sviluppo della filiera.
I principali momenti di Moldagrofood sono stati la partecipazione alla fiera di settore Moldagrotech a Chisinau, nel quale ha preso vita l’iniziativa dello stand “Piazza Italia”, una serie di incontri B2B in rappresentanza di tutte le fasi della filiera ed infine un Training Meeting per tutti gli operatori moldavi che hanno poi partecipato alle fasi seguenti.
Successivamente, è stata organizzata una missione di operatori moldavi in Italia, con lo scopo di visitare alcune fra le realtà produttive più significative del Veneto e della Romagna e di partecipare ad un Workshop promosso dalla Mediterranean Fruit Company.

9) Progetto IMAC – Inaugurazione a Chisinau di Advisory Centre ACCOA:

Il Progetto è volto alla nascita di un Advisory Office con sede a Chisinau che offra supporto alle imprese italiane e moldave con un forte interesse ed una propensione allo sviluppo di relazioni commerciali fra i due paesi.
Partendo da una monitorizzazione costante del territorio, dell’evoluzione del mercato e del contesto istituzionale dei due paesi, il Centro dovrà fornire informazioni e consulenze su tematiche legali ed economiche.
Il 14 maggio 2009, in occasione della visita in Moldova del Viceministro per il Commercio Estero e l’Internazionalizzazione On. Adolfo Urso, ha avuto luogo, presso gli Uffici della Camera di Commercio Italo- Moldava, l’inaugurazione di Advisory Centre ACCOA nell’ambito del Progetto IMAC. Sono intervenuti Carlo Damir Murkovich, Presidente ACCOA, Giovanni Bentini, Presidente della Camera di Commercio Italo-Moldava ACIM, On. Adolfo Urso, Viceministro per il Commercio Estero e l’Internazionalizzazione, S.E. Stefano De Leo, Ambasciatore d’Italia in Moldova, e Mykola Melenevskyi, Vice Segretario Generale dell’InCE.
Tra i partner del Progetto IMAC anche la Camera di Commercio e Industria della Repubblica di Moldova, la quale, come da accordi con ACCOA, ha contribuito alla realizzazione del Progetto IMAC con la creazione del relativo sito web chamber.md/imac che si pone l’obiettivo di diventare un luogo virtuale di riferimento per tutti gli operatori del settore.

10) Progetto S .E.A. – Systems for Energy Autonomy:

ll Progetto S.E.A. – Systems for Energy Autonomy dell’ACIM – Camera di Commercio Italo- Moldava in partnership con le aziende italiane AREA SpA e Copparo Energia srl, sostenuto dalla C.E.I. – Central European Iniziative, consiste nello studio e nella realizzazione di un sistema di gestione energetica del territorio il cui fulcro sarà costituito uno o più impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti innovabili disponibili localmente (biomasse).
Con questo progetto si pone l’obiettivo di dimostrare che si può ragionare a livello locale per risolvere i problemi energetici ed ambientali del territorio. Lo studio ha anche lo scopo di fornire uno strumento valido al Governo moldavo e d agli Amministratori Locali per decidere sul futuro dei loro territori. Un punto molto importante del progetto, sempre nell’ottica del coinvolgimento degli attori moldavi, è la scelta di utilizzare il più possibile le competenze e le collaborazioni locali. Il Progetto pilota, in accordo con gli enti competenti moldavi, si sta realizzando nella Provincia di Floresti.

Il Progetto è stato presentato presso diversi enti ed organizzazioni moldavi (il Ministero dell’Economia, il Ministero delle Pubbliche Autorità Locali, l’Alleanza per l’Efficienza Energetica e le Fonti Rinnovabili, L’Agenzia per l’Innovazione e il Trasferimento Teconologico presso l’Accademia delle Scienze della Repubblica Moldova ecc.) e all’11° Summit Economic Forum della CEI che ha avuto luogo nella Capitale moldava Chisinau l’8-9 ottobre 2008.

Nell’ambito del Progetto, l’ACIM ha organizzato la visita della delegazione moldava ad”AGROFER . Salone delle Agroenergie, Risparmio Energetico, Bioedilizia” svoltosi a Cesena dal 9 all’11 aprile 2010, la rassegna dedicata alle fonti energetiche rinnovabili, organizzata da Cesena Fiera.
AGROFER è stata organizzata da Cesena Fiera con lo scopo di realizzare uno spazio espositivo dove far conoscere al grande pubblico le problematiche energetiche, ma, soprattutto, divulgare e mettere in mostra le soluzioni, le tecnologie da adottare e le imprese che possono realizzare impianti e assistenza.
I rappresentanti moldavi sono stati: Sergiu Bruma, manager dell’Agenzia per l’innovazione e il trasferimento tecnologico, Sergio Rusu, Vicepresidente della Regione Foresti e Nicolae Gametchii, referente dell’ACIM – Camera Italo-Moldava, sede di Chisianu. Oltre a prender parte dall’inaugurazione, incontrare imprenditori e interessarsi alle tecnologie esposte, la delegazione moldava ha partecipato al Convegno sul Solare termico.
Camera di Commercio Italo-Moldava ACIM ha sempre partecipato e partecipa in maniera attiva a vari eventi economici, fieristici e culturali che organizzano in Moldova e in Italia enti e strutture internazionali (UE, CEI ecc.), locali (Ministeri, Camera di Commercio e Industria Moldava, Agenzia per l’Innovazione e il Trasferimento Teconologico, Centro Fieristico “MOLDEXPO” ecc.) ed italiani (Ambasciata d’Italia, Associazione degli Imprenditori Italiani in Moldova, Associazione ARCI Moldova ecc.)

Il 4 maggio 2012, l’Ambasciatore Aurel Baiesu ha visitato la Regione Emilia Romagna nel nord dell’Italia. Su invito del signor Sergio Capatti, Presidente della Camera di Commercio

Italo-Moldava ACIM, Sua Eccellenza ha partecipato all’Assemblea Generale dei soci della Camera, dove è stato presentato il rapporto di attività ed approvato il bilancio per l’esercizio 2011, oltre sono state determinate le principali direzioni di attività per il 2012. Inoltre, l’Ambasciatore Aurel Baiesu ha avuto un incontro con le autorità e con gli imprenditori della Regione Emilia Romagna, ed in particolare con Gian Carlo Muzzarelli – Assessore per l’attività economiche dell’Emilia Romagna; il dott. Marco Capodaglio – Capo della Direzione Relazioni Internazionali Emilia Romagna; il dott. Ruben Sacerdoti – Capo del Servizio regionale per l’internazionalizzazione delle imprese, l’Avv. Pietro Baccarini – Delegato Nazionale Unioncamere Sezione Camere Miste, l’ing. Sergio Capatti – Presidente di “ACIM Camera di Commercio Italo-Moldava”, Gian Pietro Zannoni – Vice-Presidente di ACIM / Gruppo Venetos Moldova, Vittorio Ghinassi Segretario di ACIM ed Eleonora Pripa rappresentante di ACIM in Moldova.

Il 25 maggio 2012 fra la Confindustria Moldova e la Camera di Commercio Italo-Moldava (ACIM) e’stato siglato un accordo di collaborazione che prevede l’attivazione di un sistema organico di relazioni e di consultazioni che si articolerà essenzialmente su due punti:
1) coordinamento degli strumenti promozionali e di informazione;
2) avvio di progetti comuni finalizzati a favorire la crescita economica e sociale della Moldova ed a creare opportunità per le imprese italiane;
Altresì le parti definiranno e promuoveranno, alle autorità pubbliche competenti, proposte legislative in settori di interesse patronale.

Il Ministero dell’Economia della Repubblica insieme alla Camera di Commercio Italo-Moldava ha organizzato il 10- 12 ottobre 2012 la visita di una Delegazione ufficiale della Repubblica Moldova a Milano (Repubblica Italiana), in occasione della seconda edizione della Riunione Internazionale dei Partecipanti all’EXPO Milano 2015.
Nel contesto della visita, l’11ottobre 2012, e’ stato organizzato il Foro degli imprenditori moldo-italiani. Scopo dell’iniziativa e degli incontri bilaterali tra imprenditori è lo sviluppo di partnership di affari nei seguenti settori:
agricoltura (con particolare riferimento all’agricoltura biologica),
efficienza energetica,
industria dei macchinari e delle attrezzature per la produzione,
industria leggera, con particolare attenzione per il settore dell’abbigliamento.
Da parte della Repubblica Moldova, la delegazione ufficiale è stata accompagnata dai rappresentanti di 15 aziende produttrici moldave operanti nei settori di cui sopra (si vedano in allegato le specifiche delle aziende), nonché dagli amministratori delle zone economiche libere e dei parchi industriali della Repubblica Moldova.

Il 22 maggio 2013, il Primo Ministro ad interim Iurie Leanca ha partecipato all’inaugurazione del primo “Forum delle imprese italiane e moldo-italiane” operanti nella Repubblica Moldova, svoltosi a Chisinau.

Il primo “Business Forum delle imprese italiane e moldo-italiane nella Repubblica Moldova” è stato organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Chisinau con la partnership della Camera di Commercio e Industria Moldo-italiana, della Camera di Commercio Italo-moldava e della Confindustria Moldova. Nel corso del Forum vi sono stati numerosi interventi di funzionari specializzati in materia fiscale, di servizi doganali e di servizi elettronici (e-service) nella Repubblica Moldova.
Nel corso dell’evento, S.E. Enrico Nunziata, Ambasciatore d’Italia a Chisinau, ha sottolineato che l’organizzazione di questo Forum recherà necessariamente maggiori benefici per entrambi i paesi. Lo stesso Ambasciatore ha poi ribadito quanto forte sia l’interesse dimostrato dagli imprenditori italiani ad investire nell’economia della Repubblica Moldova rimarcando
A seguire l’intervento del neo Primo Ministro moldavo Iurie Leanca che ha, dapprima, rivolto un caloroso saluto agli organizzatori del Forum, manifestando poi la propria convinzione che l’iniziativa intrapresa dovrà necessariamente dimostrare continuità in futuro.
Iurie Leanca ha sottolineato ancora che tra le priorità del Governo della Repubblica Moldova, vi è l’assoluta volontà ad impegnarsi nel migliorare il clima economico nazionale per incentivare maggiormente nuovi investimenti, rivolgendo lo sguardo anche ai nostri concittadini che lavorano all’estero.

La Camera di Commercio di Rimini, in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Moldava ACIM, ha organizzato, presso la propria sede in Via Sigismondo 28 a Rimini, il giorno 20 giugno 2013 alle ore 15.00 la Giornata Paese: La Repubblica Moldova, opportunità di business e di investimento per le imprese italiane. Sono intervenuti, il Presidente della Camera i Commercio di Rimini, dr.Manilo Maggoli, il Presidente della Camera di Commercio Italo-Moldava l’ing.Sergio Capatti, il Segretario Generale dott.ssa Eleonora Pripa, Dott.ssa Liliana Verlan, Primo Segretario dell’Ambasciata della Repubblica di Moldova in Italia, Dott.ssa Natalia Haidarli, Consulente M.I.E.P.O. – Moldovan Investment and Export Promotion Organisation, presso il Governo della R.Moldova, Dott.Vittorio Ghinassi, Consigliere della Camera di Commercio Italo Moldava, dr.Alessandro Mazzini di Phorma Mentis, Vicedirettore Generale B.Contessoto EXIM BANK – Gruppo Veneto Banca. All’iniziativa hanno partecipato numerose aziende italiane che hanno dimostrato un grande interesse per la Moldova.

Il 29 luglio 2013, nel corso di una tavola rotonda tenutasi presso la sede dell’Ispettorato Fiscale centrale, l’Ambasciatore d’Italia in RM Enrico Nunziata e rappresentanti delle Camere di Commercio Moldo-Italiana e Italo-moldava e il direttore dell’Ispettorato Fiscale Principale di Stato (I.P.F.S.), Ion Prisacaru, hanno discusso circa le varie problematiche riscontrate dagli operatori economici italiani che gestiscono le aziende in Moldova.
Al fine di garantire lo sviluppo economico del paese è necessario disporre di un ambiente di lavoro adeguato. Uno degli aspetti fondamentali che compongono quest’ambiente è la gestione fiscale. La Camera di Commercio Italo-Moldava ACIM, in qualità di rappresentante degli interessi delle varie imprese, è consapevole delle difficoltà incontrate dalle imprese stesse; nella fattispecie, si rilevano alcune ambiguità e contraddizioni nella normativa fiscale, sanzioni eccessive derivate da errori, procedure poco chiare, varie inefficienze nella gestione del rimborso IVA e nella definizione dei contenziosi fiscali e, da ultimo, la scarsità di dialogo tra pubblico e privato.
Il Direttore dell’Ispettorato Fiscale di Stato, Ion Prisacaru, ha riferito la propria intenzione di voler promuovere un dialogo aperto e discutere con le imprese ponendosi al loro stesso livello. L’I.F.P.S. deve essere al servizio dei contribuenti e non viceversa, e ogni funzionario pubblico dovrà assumere un atteggiamento tale.
Ion Prisacaru ha riferito poi circa la necessità di modificare il Codice Fiscale in vigore e ha risposto alle diverse questioni poste dai presenti.